15 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 14.42
Trapani

Il marchio del lusso in via Torrearsa

“Non fu riciclaggio”. Il pm chiede archiviazione per il brand trapanese Stefania Mode

15 Dicembre 2017

TRAPANI. Giunge a una svolta importante la vicenda che, alla fine della scorsa estate, ha coinvolto la società trapanese Stefania Mode Srl. Il Pubblico Ministero Marco Verzera, ha chiesto l’archiviazione del procedimento per l’ipotesi di riciclaggio di denaro avviato nei confronti di Aldo Carpinteri, amministratore di Stefania Mode, multimarca del lusso con sedi a Trapani e Milano, che si colloca tra le aziende leader a livello internazionale. Sito in via Torrearsa, è uno dei negozio più prestigiosi di Trapani per l’alta moda; adesso è specializzato anche nella vendita online.

Stefania Mode srl - Trapani
Stefania Mode srl – Trapani

I documenti offerti dalla difesa, rappresentata dall’avvocato milanese Ermenegildo Costabile, hanno consentito al Pubblico Ministero di verificare che l’operazione di vendita di capi d’abbigliamento avvenuta tra il novembre 2013 ed il dicembre 2014, per un valore di più di 3 milioni di euro, è stata effettivamente realizzata e non presenta alcun profilo di illiceità.

Soddisfazione viene espressa dai vertici della Società per la tempestiva definizione della vicenda da parte della magistratura.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Avido d’informazioni non faziose

Spesso il mestiere del giornalismo viene soppiantato da quello “dell’opinionista presenzialista”, un po' come avviene nei paesi dove stampa e propaganda sono la stessa cosa. La credibilità sembra venir meno fomentata da linee editoriali politicizzate.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.